Archive for Psicologia

Ritalin: il successo italiano!

Noi italiani siamo i migliori alleati degli americani e anche per quanto riguarda i guadagni farmaceutici stiamo al passo!

In America il Ritalin è stato denunciato in mille modi e forse lo ritirano dal mercato…… in Italia è appena arrivato e ci ha messo poco ad entrare in commercio, scavalcando a piè pari la denuncia dell’associazione giù le mani dai bambini.

Ecco l’articolo sul caso Ritalin: “Il tar respinge il ricorso di Giù le mani dai bambini “

Comments (2) »

Psicofarmaci, le armi del nuovo millennio!

Adesso sono tre anni che faccio psicologia, ne ho lette di cose sulle patologie psichiatriche, sulle psicosi, sulle schizofrenie, sui disturbi del comportamento, sulla depressione e l’unica cura che viene somministrata ( apparte una non specificata psicoterapia) è quella farmacologica……. per l’appunto: ritalin, SSRI, prozac (anche se questo ormai è obsoleto….. ce ne sono di molto più efficaci e potenti) e tutti i simili.

Se non fosse perchè io non credo molto ai farmaci ( soprattutto al loro uso smodato), ancor di meno agli psicofarmaci, con tutte le cose che ho letto sui libri, a quest’ora mi sarei già convinto che la soluzione più efficace per curare una patologia mentale sarebbe quella di somministrare un farmaco.

I libri scrivono a volte un sacco di str….ate, poi se dietro ci stessero interessi trasversali non mi stupirei affatto!

I bambini vanno accolti, il loro potenziale va amplificato e canalizzato…… non va soppresso con gli psicofarmaci!

Dobbiamo fare anche la giornata nazionale del bambino!

Gli insegnanti, gli educatori e tutti coloro che lavorano con i bambini dovrebbero farsi loro un’esame di coscienza, dovrebbero farsi loro un bella terapia, dovrebbero veramente riscoprire la bellezza del loro mestiere, la bellezza dei bambini e della loro vivacità, dovrebbero rimettersi in contatto con quell’amore dal quale si sono congedati da anni e ritrovare la loro umanità!

I bambini sono sacri e come tali vanno riconosciuti e considerati! Basta agli psicofarmaci!

Leave a comment »

Ti chiedi perchè fanno le guerre?

….. e ti rispondi: perchè la distruzione è l’unica realtà che conoscono sin da bambini!

Oltre ad aver perso i genitori, sono trattati come bestie, anzi peggio…… come potranno vivere anche solo un giorno di serenità da grandi con questa esperienza…..

Basta difendere i diritti dei potenti, i diritti dei petrolieri, i diritti dei banchieri, degli armatori….. i diritti che vanno difesi sono quelli dei bambini, dei poveri e dei malati………. i diritti dell’UOMO!

Comments (1) »

L’omertà e l’incoerenza sono il peggiore dei mali…..

…… soprattutto se vengono da chi proclama e sotiene il contrario e una vita (a parole) vissuta in coscienza.

Difendere un’immagine è l’unico obbiettivo del vaticano oggi……… bisogna ritrovare il senso della chiesa e del cristianesimo, ma questo può avvenire solo con una chiarezza, una limpedezza e un guardare i propri sbagli con amore, riconoscendoli, accettandoli e chiedendo perdono a sè e agli altri.

In Italia, noi che siamo il paese dell’omertà per eccellenza (mafia, camorra, parlamento, p2, etc.), non va meglio:

Comments (2) »

A Livellà!

Comments (1) »

L’agopuntura fa la risonanza magnetica!

Una scoperta rivoluzionaria, che cambierà i cardini della medicina classica.

Quei benedetti aghi (ringraziamo l’intuizione dei cinesi), hanno un effetto reale sul nostro cervello, e sono in grado di modificare le nostre sinapsi, quindi di conseguenza modificare le nostre risposte fisiche e comportamentali. In poche parole il risultato interessante è : con un agopuntura superficiale la risposta neurologica è quella normale al dolore, quindi l’attivazione di vari sistemi sinaptici……. se invece si usa un agopuntura profonda (quella che si fa di solito), c’è una disattivazione di parte di questi sistemi sinaptici, soprattutto intorno e in mezzo alla zona limbica!

Questo è solo un piccolo passo verso la comprensione del nostro funzionamento, ma per me è una pietra miliare nel campo della coscienza………..sicuramente questo approccio verrà ampliato e modificato dalla psicologia!

Insomma fino ad adesso sapevamo che l’agopuntura faceva bene, adesso nè abbiamo la prova!

Comments (1) »

Empatia….. la realtà della magia!

Provare quello che prova l’altro (senza immedesimarsi ne distaccarsi troppo), per comprendere e riconoscere le emozioni e gli stati d’animo degli altri, così da poterli aiutare e sostenere in un processo di comprensione di sè e delle proprie emozioni….. questa per me è “empatia”. Diciamo che se tutti fossimo un pò più empatici, le guerre non si farebbero……..c’era un Signore poco più che trentenne, bello con la barba e i capelli lunghi, che diceva :” non fare all’altro quello che non vorresti fosse fatto a te”……… questa è “empatia”.

Anche una rivista scientifica ci mostra dei dati interessanti e sconvolgenti sull’empatia:

“L’empatia è una delle componenti fondamentali nel rapporto tra paziente e psicoterapeuta. Il grado di comprensione e di partecipazione emozionale che si crea tra i due contribuisce infatti in maniera significativa alla creazione di un percorso terapeutico efficace.

Alcuni ricercatori del Massachusetts General Hospital di Boston hanno ora dimostrato per la prima volta che questa “connessione” emozionale tra medico e paziente avviene anche a livello fisiologico, ed in maniera proporzionale al grado di empatia che si instaura.

Nello studio, apparso nel numero di febbraio della rivista Journal of Nervous and Mental Disease, sono state videoregistrate 20 sedute psicoterapeutiche di pazienti ricoverati per disturbi d’ansia o dell’umore. I pazienti erano sottoposti a terapia psicodinamica, un approccio che utilizza la relazione terapeutica tra medico e paziente per spingere quest’ultimo ad una maggior percezione delle proprie emozioni. Per verificare i cambiamenti fisiologici che avvenivano nei pazienti e negli psicoterapeuti durante la seduta, i ricercatori hanno misurato i livelli di conduttanza cutanea, una misura comunemente utilizzata per verificare il grado di attività del sistema nervoso simpatico, e quindi di esperienza emozionale.

I risultati hanno mostrato che, durante le sedute, pazienti e psicoterapeuti esprimevano gli stessi livelli di conduttanza cutanea. Non solo, attraverso l’osservazione dei filmati delle sedute psicoterapeutiche si è anche dimostrato che pazienti e psicoterapeuti manifestavano un numero significativamente maggiore di emozioni positive proprio in corrispondenza dei momenti di alta affinità fisiologica, ovvero quando i livelli di conduttanza cutanea erano uguali.

La condivisione delle emozioni rafforza il legame empatico tra paziente e psicoterapeuta, e gli effetti sulla fisiologia sono una riprova che le emozioni vengono effettivamente sperimentate e “vanno in circolo” con effetti benefici sulla salute del paziente. “La cosa interessante di questa ricerca è che conferma che questa esperienza ‘affettiva’ avviene nello stesso momento in tutti e due i componenti della relazione terapeutica, così come postulato dalla psicoanalisi. Ciò apre le porte a nuove prospettive di grande interesse non solo per la clinica ma anche nel campo della formazione dei terapeuti”, afferma Bianca Micanzi Ravagli, psicoterapeuta e membro didatta dell’Associazione Italiana di Psicoterapia Psicoanalitica Infantile”.

Fonte: Marci CD, Ham J, Moran EBA, Orr SP. Physiologic Correlates of Perceived Therapist Empathy and Social-Emotional Process During Psychotherapy. Journal of Nervous & Mental Disease 2007; 195(2):103-111.

Su questo argomento molto interessante è il libro di Daniel Goleman (professore di psicologia ad Harvard): “Intelligenza Sociale”……se avete la possibilità leggetevelo.

 

 

Comments (2) »