Archive for energia

Energia libera e rinnovabile!

Grazie al incessante lavoro di Jacopo Fò e della sua truppa di Alcatraz, finalmente potremmo comprare energia verde e staccarci dalle aziende come Enel o Acea……. dal sito di Alcatraz:

Il mercato dell’energia elettrica è libero.
Sia per le aziende che per gli utenti residenziali privati

Oggi è possibile scegliere il produttore di energia elettrica che si preferisce. Perché non scegliere un produttore italiano che sfrutti fonti rinnovabili?

E grazie alla forza del Gruppo d’acquisto puoi anche risparmiare sulla bolletta!!!

 

Il Gruppo d’acquisto Merci Dolci-Alcatraz Energia ti permette di scegliere un fornitore di energia elettrica che sfrutti fonti rinnovabili, quali eolico, idroelettrico e fotovoltaico.
Per aderire basta scaricare il contratto, compilarlo, firmarlo, e spedirlo, insieme all’ultima fattura emessa dal fornitore di energia elettrica (Enel, Acea, Hera, ecc), a:

Merci Dolci srl – Loc. S. Cristina 14, 06020 Gubbio (PG)
o scansionato a energia@mercidolci.it

Per altre informazioni cliccate qui: energia elettrica da fonti rinnovabili

Leave a comment »

Finalmente due parole serie sugli inceneritori!

Leave a comment »

Facciamo una raccolta differenziata…..

…. non solo di riufiti, ma anche di politici, amministrazioni e amministratori!

Se poi ci sono quelli che non si possono utilizzare neanche con la raccolta differenziata, termovalorizziamoli!

Leave a comment »

La scienza nascosta!

Fusione Fredda? siamo matti. Poi chi glielo dice a Bush e a tutti i guerrafondai che la maschera dell’energia nucleare non è più buona per difendere la proliferazione delle armi nucleari.

Nessuno vuole la fusione fredda! Non la vogliono i militari, non la vogliono i petrolieri, non la vogliono gli scienziati, non la vogliono le aziende energetiche, non la vogliono i ministri………… chi è allora che vuole la fusione fredda?

Io la voglio, noi cittadini la vogliamo, la coscienza la vuole, la scienza la vuole, il mondo la chiede, la terra ne ha bisogno, è un diritto di tutti ed è uno scandalo che nessuno ne parli!

Dobbiamo fare qualcosa, ma cosa?

Leave a comment »

Ecco perchè i governi cadono…… si pensa solo ai propri interessi…..

Chiuso un occhio sulla centrale nucleare slovena di Krško che sorge in zona sismica

Scambio fra rigassificatore italiano e centrale nucleare slovena, mediatore Massimo D’Alema

D’Alema: “Ritengo che i nostri due paesi siano avanzati e moderni in grado di fare, come si fa in tante parti del mondo, rigassificatori e di far funzionare centrali nucleari senza creare motivi di paura. Siamo fra i paesi in grado di dominare queste tecnologie”.

Alessandro MarescottiPeacelink.it

14 gennaio 2007

La storia è fresca.Si tratta di questo.
Uno dei rigassificatori proposti in Italia è a 15 km a ovest di Trieste, vicino alle acque territoriali della Slovenia. Le autorità slovene hanno da tempo avenzato critiche al rigassificatore che costituirebbe un impianto a rischio di incidente rilevante a due passi dal proprio territorio.

Che fa allora il ministro degli esteri D’Alema? Si accorda con la Slovenia per un fare un scambio al ribasso in tema di sicurezza. L’Italia chiude gli occhi sulla centrale nucleare slovena di Krško, vicina all’Italia e oggetto di contestazioni ecologiste nonché di interrogazioni parlamentari, in cambio di un lasciapassare del governo sloveno sul rigassificatore triestino che aveva incontrato le opposizioni della Slovenia.

Prova ne è che un giornalista sloveno chiede a D’Alema: “Con il collega sloveno parleranno anche dei rigassificatori nel Golfo di Trieste ai quali il Governo sloveno è decisamente contrario?”
E D’Alema è sottile nel rispondere: “Questi sono impianti che rispettano le normative massime di sicurezza e di tutela dell’ambiente dell’Unione Europea. Ovviamente parleremo di questo, soprattutto del rispetto di queste normative. Comunque l’Italia non polemizza in merito al raddoppiamento della capacità della centrale nucleare slovena.”

Il ministro degli esteri italiano di fronte al ministro degli esteri sloveno non ha a questo punto difficoltà nel dire: “Ritengo che i nostri due paesi siano avanzati e moderni in grado di fare, come si fa in tante parti del mondo, rigassificatori e di far funzionare centrali nucleari senza creare motivi di paura. Siamo fra i paesi in grado di dominare queste tecnologie”.

Peccato che la centrale atomica slovena sorga in una zona sismica.

Ecco una cosa su cui ci si potrebbe aspettare una presa di posizione – ad esempio – di Legambiente.

 

Leave a comment »

Uranio impoverito!

Eccovi un altro di quegli argomenti che scottano e che nessuno tocca per paura di bruciarsi!

Comments (2) »

Dopo i costi di ricarica dovremmo abolire anche i cellulari……

L’uso dei cellulari ‘collegato ai tumori

di Nic Fleming – 26 gennaio 2007 – Telegraph.co.uk
Link alla pagina originale
Tradotto per www.disinformazione.it da Stefano Pravato

Gli utilizzatori di lunga data dei cellulari hanno significativamente più probabilità di sviluppare un certo tipo di tumore cerebrale sul lato della testa accostato al cellulare. Lo rivela una nuova ricerca.
I risultati sembrano indicare rischi per la salute nelle persone che hanno usato regolarmente i cellulari da più di 10 anni. Uno studio su larga scala ha trovato che coloro che hanno usato regolarmente i cellulari per più di 10 anni erano quasi il 40% più esposti allo sviluppo di tumori del sistema nervoso, detti gliomi, in prossimità della zona dove viene tenuto il telefonino.

La nuova ricerca, che sarà pubblicata quest’anno nell’International Journal of Cancer, è il secondo studio a suggerire l’aumento di tipi specifici di tumori cerebrali in regioni prossime a quelle dove l’emissione del cellulare penetra nella testa.
Comunque, altri studi hanno trovato che non vi è un aumento di rischi per la salute associato all’uso del cellulare.

Il professor Lawrie Challis, presidente del programma governativo Mobile Telecommunications Health Research (MTHR), ha detto la settimana scorsa che per lo più la ricerca ha mostrato che i cellulari sono sicuri nel breve termine, mentre c’è stata l’ “indicazione di qualcosa” per quanto riguarda gli utilizzatori a lungo termine.
Il professor Challis, che sta trattando il finanziamento per uno studio internazionale a lungo termine, ha detto la notte scorsa: “Sono d’accordo con gli autori che si tratti di un’indicazione che richiede ulteriore approfondimento. E’ una ragione ulteriore per la necessità di uno studio a lungo termine.”

Louis Slesin, il direttore di Microwave News, una newsletter americana sui rapporti tra salute e radiazione, che ha riferito del nuovo studio, ha detto: “Con questo, adesso abbiamo due tipi di tumore scoperti nelle persone che usano il cellulare da più di dieci anni, evidenziati da due diversi gruppi di ricerca. Si tratta di un’evidenza stringente.
Alcuni ricercatori dell’Autorità per la Sicurezza Nucleare e delle Radiazioni Finlandese ha messo a confronto l’uso del cellulare di 1.521 persone con gliomi con quello di 3.301 persone non affette dal cancro.

Prima di considerare separatamente gli utilizzatori di lunga data o di guardare ai rischi differenti di sviluppare tumori sul lato dove veniva tenuto il cellulare, gli scienziati non hanno trovato relazione tra l’uso dei cellulari e i gliomi.
Quando però hanno considerato solo persone che avessero usato un cellulare per 10 anni o più, hanno scoperto che il gruppo aveva il 39 per cento di probabilità in più rispetto alla media di avere un glioma sul lato della testa dove viene tenuto l’apparecchio.

Il professor Anssi Auvinen, un epidemiologo che ha partecipato allo studio, ha detto: “Sembra credibile in quanto capita dopo un’esposizione di lunga durata — che è coerente con i termini del periodo di tempo necessario per lo sviluppo dei tumori — ed è localizzato sul lato della testa dove si tiene il cellulare.”
Un portavoce della Mobile Operators Association ha detto: “I risultati complessivi di questo studio non mostrano aumento del rischio di tumori al cervello in relazione all’uso dei cellulari. Le scoperte relative alla localizzazione del tumore sono di difficile interpretazione.”

 

Quindi ricapitolando questi cellulari ci fanno spendere un sacco di soldi in modelli all’ultima moda e ricariche (fino ad adesso con costi di ricarica aggiunti), creano dipendenza e una vera e propria formadi psicosi da cellulare (con annessi sintomi di adtinenza e di dipendenza) e in più, ciliegina sulla torta, è quasi dimostrato in maniera certa che ci fanno venire dei bei tumori al cervello!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Forse è l’ora che tutti iniziassimo, quantomeno per le chiamate lunghe, a regolarci e se proprio uno non ci riesce ad usare un voip-client tipo skype……. che utilizza solamente delle sane cuffie ed un microfono…….senza onde che ti friggono il cervello!

Comments (1) »