Chiarimenti sulla pred”on”azione degli organi!!

Ho scritto una mail alla lega nazionale contro la predazione di organi a cuore battente per dei chiarimenti sulla questione delle donazioni e qui vi pubblico la risposta integrale (con in corsivo le mie domande):

Ma voi pensate ci possa essere, in questa questione, anche un traffico illecito d’organi?”

1) Anche nei nostri ospedali, scompaiono gli organi: basti segnalare il caso di Pietro Tarantino (ns. sito). Però ciò che è gravissimo, da noi, più grave dello stesso mercato, è che abbiano inventato il concetto di “morte cerebrale” da dichiarare sulle persone ventilate che hanno perso la coscienza , per evitare di essere condannati per omicidio quando espiantano. Si può uccidere un morto? Un inganno formulato contro i cittadini da menti malate pericolosissime per l’umanità. Purtroppo l’ambito sanitario è zeppo di questi fanatici della morte e del bisturi. Non c’è nessun potere più grande di quello di dare la morte o la vita a piacimento..

.Il traffico d’organi nel Terzo Mondo è noto: la povertà offre soprattutto reni (organi doppi) dai vivi coscienti, la ricchezza prende. Ma anche in Italia c’è il mercato dai vivi coscienti, clandestino..

Perchè le istituzioni fanno così poca chiarezza in merito?

2) Perchè se i cittadini sapessero la verità non donerebbero e il business dei trapianti crollerebbe. Ma la propaganda li inganna da vecchia data dicendo che il prelievo è dopo la morte o peggio ancora che è da cadavere. Due menzogne dell’autorità sanitaria che hanno il solo fine di ingannare la gente ingenua..

Il morto, il cadavere, nella nostra cultura è in arresto cardiocircolatorio e respiratorio. Quindi quando il cittadino dona pensa di donare il proprio corpo morto nel senso comune del termine, non riesce a credere che i vertici della sanità possano programmare l’eliminazione dei comatosi per utilitarismo.

Potreste spiegarmi bene la legge che regola le modalità e i tempi di queste donazioni e cosa comporta il fatto che sia transitoria?

3) Vige la L. 578/93 che ridefinisce la morte su base neurologica stabilita dai protocolli di Stato.

vige il DM 582/94 che abbrevia i tempi del cosiddetto accertamento della “morte cerebrale” .

vige la L. 91/99: 28 articoli di cui 22 per l’organizzazione e la spartizione dei finanziamenti e 6 articoli per amministrare i rapporti con i cittadini e la propaganda che loro chiamano”promozione dell’ informazione”.

Gli art. 4 e 5 di detta legge trattano del silenzio-assenso e impongono al Ministro della Sanità un Decreto attuativo per la manifestazion di volontà presso le ASL che indichi modi e tempi di detta schedatura. Il Decreto non è stato ancora emanato quindi non è attuabile il silenzio-assenso .

Dunque siamo in Disposizioni Transitorie (art.23): il cittadino di suo pugno scrive su un semplice foglio (dichiarazione autografa) i suoi dati e la sua opposizione all’espianto di organi e prelievo di tessuti, oppure scrive di essere donatore , solo se non lascia disposizioni scritte la famiglia può presentare opposizione (non può donare).

La Ministra Bindi, quando era alla Sanità, con grande furbizia emanò un suo Decreto, facendo credere che fosse quello previsto dalla legge : il Decreto Temporaneo 8 aprile 2000 per l’applicazione delle Disposizioni Transitorie, dimostrando che non avevano nessuna intenzione di applicare la legge. Infatti Il decreto Bindi liberalizza tutti i tesserini fasulli di donazione compreso il suo per attivare il comma 3 delle Disposizioni Transitorie che dice che la famiglia non potrà fare opposizione all’espianto degli organi dei propri cari che risultino donatori. E’ così facile mettere un tesserino fasullo in tasca a uno che ha un incidente ! Così facile falsificarlo con una crocetta sul si aumentano le donazioni (vedi caso di Arezzo sul sito)

A peggiorare la situazione si è attivato sui mass media il diretore del Centro Nazionale Trapianti che invita pubblicamente ad andare all’ASL a manifestare la propria volonta alla donazione facendo credere che sia secondo legge. Il vero loro obiettivo è realizzare una schedatura di fatto senza informazione corretta e senza regole. Veda sul sito i nostri comunicati di diffida delle ASL (10.3.2004) e di Diffida del Ministro (27.1.2006)

Comunque sappia che già dal 1975 la L. 644 di allora prevedeva la donazione presunta se non si faceva opposizione . Ma nessuno lo sapeva, come nessuno adesso sa che siamo in Disposizioni Transitorie e che i Non- donatori devono mettere per iscritto con dichiarazione autografa la loro opposizione che terranno in tasca e nei documenti sanitari. Data la situazione è bene garantirsi con laCarta-Vita/Dichiarazione autografa formulata dalla Lega Nazionale Contro la Predazione di Organi e la Morte a Cuore Battente .

Mi rendo conto che un tale garbuglio di iniquità è difficile da rappresentare con chiarezza. Spero di essermi avvicinata.

Importante è tenersi in contatto e lentamente portare i suoi lettori alla comprensione della grave situazione.

Cordialità

Nerina Negrello

presidente

PS – Chi va all’ASL aderendo ad una schedatura illegale viene immesso direttamente nel data-base del Centro Nazionale Trapianti da cui è quasi impossibile uscire e del quale non ci si deve fidare .

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: